Ces documents sont au format PDF
En Anglais
Dire le vrai (106 ko)
Nicolas Kurtovitch (135 ko)
Poem for Katherine Mansfield (95 ko)
The big city is modern (136 ko)
Time for a walk in Wellington (211 ko)
Nicolas Kurtovitch a man on the move (313 ko)
Metamorphose (64 ko)
The Waka Conference at the National Library (104 ko)
Around Uluru - A culture of reading (58 ko)
Around Uluru - Extrait bilingue (137 ko)
Debris - Traduction Y. Martineau 19/06/2000 (07 ko)
Hienghene 1 - Traduction Y. Martineau (04 ko)
Hienghene 2 - Traduction Y. Martineau 10/04/2000 (25 ko)
TABD (22 ko)
Tentation Caméléon et métissage culturel (207 ko)
The garden near the sea (122 ko)
Interview - Victoria University of Wellington (151 ko)
September 2010 - Association kalachakra

Around Uluru

A people who read
The peoples known as being "without a written tradition" are not by any means "without the ability to read". On the contrary, these peoples - Aboriginals, Kanak, Maohi... - who have been called "primitive", do read. And what's more, they know how to read what we, in our "modern" or "post-modern" societies, no longer know how to read.

Nature, in all her dimensions, both visible and invisible, is an inexhaustible book to read, a fount of knowledge...

For the Annuga, the people "around Uluru", the Big Rock is the first and ultimate encyclopedia, containing everything, from the beginning of time until the end of this life.

Written on this rock, in a way I cannot read, is both the destiny of the Annuga and of each of us.

The Annuga, quite simply, know how to read nature. This unlimited capacity is a treasure to which we have tried to approach, by taking this walk of awareness and meeting.


2007 - Editions Grain de Sable

Traduction de "dire le vrai"

September 2007 - POETRY NZ 35

POETRY NZ, New Zealand's leading poetry magazine, edited for this issue by Owen Bullock, showcases new writing from this country and overseas. It presents the work of talented new-comers and developing writers as well as that of established leaders in the field. Issue 35 introduces the poetry of three New Caledonian poets, featuring the work of Nicolas Kurtovitch.


En Nengone
"Pour la paix" - Gorodé / Kurtovitch (78 ko)

En Espagnol
Hunoz - Traducción de Laura González Durán (61 ko)
Poemas de la Costa Este - Traducción de Laura González Durán (108 ko)

En Italien
2003 - L'Harmattan Italia

Gli dei sono ciechi

Uomini che hanno fatto la Storia e gente dalle mille piccole storie, selvaggi che paiono spiriti e moderni Melanesiani impegnati in diatribe sindacali, si alternano su una scena costruita attorno ad un sapiente gioco fra spazio e tempo nel quale i personaggi stessi sono consapevoli di recitare un ruolo. Teatro nel teatro dunque per narrare ancora una volta i limiti dell'essere umano, dolorosamente e tragicamente simili sotto tutte le latitudini.

La società di ieri e quella di di oggi vedono protagonisti uomini che si credono dei e che si fondono e confondono in una materialità che rende ciechi davanti all'incanto della vita.

Singolare e affascinante scrittura drammatica a quattro mani, quest'opera che mescola passato e presente, disincanto, umorismo e derisione, sovverte e scardina convinzioni e certezze. Allora davvero, cosi come fa la principessa Lotha nell'ultima scena, non ci resta che chiederci se stiamo recitando tutti la medesima storia.

(Micaela Fenoglio)


2001 - Tirrenia Stampatori

Linfe di sangue

...Questo non è un racconto, non è forse neppure un testo. Potrebbe essere un graffito e il suo muro, potrebbe essere un tatuagio e la sua pelle. Potrebbe essere un'energia di parole...
Apertura e relatività dirigono la scrittura di Nicolas Kurtovitch e Frédéric Ohlen e la loro personale visione del mondo, ciascuna dotata di un'originalità propria ma cio nondimeno partecipe di un'attualissima rivalutazione dell'intelligenza emotiva e del ruolo che essa è capace di sostenere nell'edificazione della società umana e del suo territorio terrestre.
Le scritture dell'arcipelago umano bgnano, dunque, nello stesso mare: ai segreti delle sue profondità, alla musica delle sue onde, ai rizomi delle sue mangrovie - linfe di sangue di un immaginario multiculturale dove l'identità non è radice unica ma relazione - affidiamo la nostra speranza.


En Bosnien
Poème en prose Vjerovali - octobre 2012 (114 ko)
Ovu ranu zoru (88 ko)
Noumea Sarajevo Noumea (501 ko)
Mir - "Pour la paix" (22 ko)
Istog Autora (349 ko)
Moja ljubav (28 ko)